logo Lupiae Vacanze
 
logo Lupiae Vacanze
 

Cosa vedere ad Ugento: la tua vacanza da sogno tra antichità e mare mozzafiato

Un piccolo paradiso in miniatura che racchiude in sé tutto il bello del Salento. Perfettamente in bilico tra terra e mare il territorio di Ugento è un connubio perfetto tra bellezza naturale e cultura. In visita tra il borgo e le marine bisogna solo aprire gli occhi alla meraviglia. Ugento accoglie i suoi visitatori con il giallo della pietra in rappresentanza di una storia antichissima, alternato al verde della macchia mediterranea, al dorato delle dune, ai colori scuri degli scogli sino ad arrivare al blu a perdita d`occhio di cielo e mare.

torre_san_giovanni_ugento.jpg

Le bellezze culturali di Ugento

Le meraviglie storiche di Ugento sono tutte da scoprire. Il piccolo centro, infatti, è stato riconosciuto città d’arte dalla Regione Puglia nel 2008. Le origini di questo luogo sono davvero antiche, addirittura preistoriche ma è in epoca messapica che la città inizia a prosperare.

Tra le cose da vedere a Ugento spicca di certo il Castello, sorto da precedenti rovine messapiche e ristrutturato dagli Angioni, con le sue grandi sale decorate. 

Da non perdere poi la Cattedrale nei cui sotterranei sorge il museo diocesano con opere artistiche e sacre e la Chiesa di Santa Maria della Luce, nata sulle rovine di una chiesetta distrutta dai saraceni. In fine, il simbolo per eccellenza della città: lo Zeus Stilita, una statua bronzea di fattura magnogreca ritrovata negli anni `60. 

Oggi l`originale è ospite del museo archeologico di Taranto, ma nel museo civico di Ugento è possibile osservarne una copia.

_ugento_torre_mozza.jpg

Mare a perdita d`occhio. La costa del territorio di Ugento

Fatto il pieno di cultura non resta che dedicarsi allo spettacolo della natura, che nel territorio vicino ad Ugento non manca di regalare sorprese. In particolare, i 12 km di costa dove le ampie spiagge sabbiose si alternano alla scogliera bassa ed accessibile, sono un sogno ad occhi aperti. 

Un vero e proprio gioiello ambientale, che in gran parte costituisce il Parco Naturale di Ugento istituito per mantenere intatte le caratteristiche uniche del luogo.

Tra le spiagge da vedere nella marina di Ugento troviamo sicuramente quelle di Torre Mozza e Torre San Giovanni piccoli centri abitati che prendono il nome dalle torri di avvistamento che si affacciano sulla loro costa. 

Torre mozza, la marina di Ugento che racchiude una leggenda 

Un piccolo centro abitato affacciato sul turchese più sconfinato. Torre Mozza si presenta così per chi la raggiunge in un`assolata giornata d`estate. Il suo nome deriva dalla torre di avvistamento che spicca sulla costa. 

La leggenda vuole che la torre crollò subito dopo essere stata costruita e oggi si presenta esattamente come fu lasciata: una torre divisa a metà, Mozza. Ma la bellezza indiscussa di questa marina di Ugento sono i 5 km di spiaggia finissima delimitata da due profumate pinete. L`acqua cristallina del mare che le lambisce è di una brillantezza disarmante.
Tra le località più conosciute c`è la spiaggia di Fontanelle, a metà tra Torre Mozza e la vicina marina di Torre San Giovanni. Qui un lungo un tratto di mare quasi sempre calmo accoglie i visitatori. 

Le peculiarità del territorio si ripetono e addirittura vengono esaltate: costa dolce, mare paradisiaco di facile accesso che si mantiene basso anche camminando per diverse decine di metri. La spiaggia è protetta da una serie di dune costellate di piante tipiche della macchia mediterranea e dietro di esse la pineta offre la sua ombra a chi cerca riparo dal caldo.

_ugento_cosa_vedere.jpg

Torre San Giovanni la marina di Ugento per eccellenza

Un tempo piccolo borgo di pescatori oggi Torre San Giovanni è un punto di riferimento per il turismo balneare del Salento. Il paese prende anch`esso il nome dalla propria torre di avvistamento ma le sue origini sono ancora più antiche. Qui sono infatti stati rinvenuti i resti del porto romano di Auxentum (Ugento) e, di fronte all`isolotto conosciuto come “Isola delle Pazze”, le tracce di un insediamento preistorico della prima età del Ferro.

Oggi Torre San Giovanni è famosa per le sue spiagge che ogni anno attraggono turisti da tutto il mondo. Anche qui una ricca pineta si estende fino alla spiaggia, fine e bianca, alternandosi alle basse dune rigogliose che arrivano poi al mare.

Nelle sere d`estate la principale marina di Ugento ed il suo mare si accendono di vita: lungo la via principale si svolgono concerti, eventi e sagre e non mancano di certo i ristoranti dove gustare i piatti tipici della tradizione o un`allegra pizza in compagnia.

La costa frastagliata di Posto Rosso

Poco più a nord di Torre San Giovanni si apre la costa bassa e frastagliata di Posto Rosso. Il nome singolare è probabilmente dovuto alla colorazione rossa come il velluto che in primavera assumono le rocce del luogo, ricoprendosi di un manto di alghe marine.

Il mare di Posto Rosso è tutto da scoprire e da godere in una delle bellissime calette della costa o visitando le suggestive grotte accessibili solo dal mare. La località, infatti, negli anni è diventatat un luogo ideale per lo snorkeling e per le immersioni. Accanto a Posto Rosso, invece, la famosa Baia dei Diavoli è rinomata tra gli amanti dei tuffi mozzafiato. Il fondale qui arriva addirittura a sei metri ed è in massima parte sabbioso.

Scegli la casa vacanza più adatta a te vicino a Ugento

Non ti resta che scegliere. Se ami immergerti nella cultura dei luoghi che visiti ma non disdegni la vicinanza al mare è bene pernottare in pieno centro storico ad Ugento. L`Antico Giardino Salentino, ad esempio, è un rifugio immerso nella cultura, a contatto con il cuore pulsante del borgo.

Se invece preferisci una vacanza a pochi passi dal mare raggiungi Torre San Giovanni e prenota un alloggio vicino alla spiaggia; Villa Verdemare è una delle tante villette, ideali per goderti in tutta tranquillità il blu più intenso che tu abbia mai visto.

Lupiae Vacanze ti offre soluzioni mirate e di qualità per il tuo soggiorno in Salento e ti permette di vivere il territorio in tutta la sua pienezza.

Condividi: